Il 17 marzo 1861 nasceva lo Stato italiano

L’anniversario dell’Unità d’Italia viene fatto coincidere con il 17 marzo, ricordando la promulgazione della legge n. 4671 del Regno di Sardegna con la quale il 17 marzo 1861, in seguito alla seduta del 14 marzo dello stesso anno della Camera dei deputati nella quale fu approvato il progetto di legge del Senato del 26 febbraio 1861, Vittorio Emanuele II proclamò ufficialmente la nascita del Regno d’Italia, assumendone il titolo di re.

Si  completava il processo dell’unificazione italiana, culmine del Risorgimento. Il processo unitario sarebbe poi proseguito con l’annessione del Veneto, la presa di Roma con la breccia di Porta Pia, fino alla Prima guerra mondiale, che portò in dote all’Italia Trento e Trieste. Un percorso costellato di passioni, di ideali, di sacrifici e di sangue da parte di generazioni di uomini, di donne, di giovani che sognavano un futuro migliore, libero, indipendente

La ricorrenza è stata solennemente festeggiata nel 1911 (50 anni), nel 1961 (100 anni) e nel 2011 (150 anni).

Pur rimanendo un giorno lavorativo, il 17 marzo viene considerato come ‘giornata promuovente i valori legati all’identità nazionale’.

Con la Legge del 23 novembre 2012

« La Repubblica riconosce il giorno 17 marzo, quale «Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera», allo scopo di ricordare e promuovere, nell’ambito di una didattica diffusa, i valori di cittadinanza, fondamento di una positiva convivenza civile, nonché di riaffermare e di consolidare l’identità nazionale attraverso il ricordo e la memoria civica. »

 

By | 2018-03-17T08:36:18+00:00 marzo 17th, 2018|Cultura e Eventi|0 Comments

Leave A Comment