È STATO AVVIATO IL SERVIZIO DI CONTROLLO AEREO CON I DRONI

Sabato scorso il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha inaugurato il servizio di controllo aereo con i droni, per favorire l’attività di contrasto agli illeciti ambientali.

Questo progetto è datato estate 2016, ed era molto atteso dai gruppi ambientalisti campani, che per la prima volta vedono realizzarsi un intervento diffuso su tutto il territorio.

Come agiranno gli 8 droni controllati dalle forze dell’ordine? All’incontro tenutosi l’estate scorsa presso la Prefettura, ci fu spiegato che i droni individuano gli sversamenti illeciti e forniscono informazioni agli enti locali, i quali dovranno provvedere alla rimozione dei rifiuti se sversati su suolo pubblico, o ordinarne la rimozione se su suolo privato. Inoltre i droni individueranno velocemente i roghi, dandone comunicazione ai vigili del fuoco.

Il mio commento è: bene, ma non benissimo. In pratica, se i rifiuti si trovano sul suolo pubblico, sarà l’ente a doversi occupare della rimozione. E tutti sappiamo che con la scarsità di mezzi di cui i Comuni dispongono, difficilmente avverrà che i rifiuti verranno rimossi prima che il delinquente di turno gli dia fuoco. Stesso discorso vale per i privati: cosa succede se il proprietario del suolo dove si trovano i rifiuti non provvede a rimuoverli in tempo? Sarà l’Ente a dover agire in danno, provvedendo direttamente a spese del proprietario inadempiente. E si torna al punto precedente: zero soldi in cassa.

Stesso vale per il contrasto ai roghi: i vigili del fuoco sono sotto organico e in estate non riescono a contrastare tutti gli incendi che vengono appiccati nella Terra dei Fuochi.

C’è comunque una nota positiva: la registrazione automatizzata di tutti i dati relativi agli sversamenti e ai roghi, permetterà una consapevolezza sempre maggiore del problema che viviamo.

Pertanto non ci resta che augurare in bocca al lupo a noi e alla Forze dell’Ordine che si occuperanno di questo servizio.

By | 2018-02-05T08:53:21+00:00 febbraio 5th, 2018|Cultura e Eventi|0 Comments

Leave A Comment